Mercatino dell’ukulele e MahiMahi Ukulele

danielaCon il dominio www.mercatinodellukulele.it, nasce nel settembre 2008, in concomitanza con il primo festival di ukulele in Italia, il Mercatino dell’ukulele. Con la gestione di Daniela Gaidano, socia di Aquila Corde Armoniche, il neonato Mercatino si è proposto prima di tutto di rendere disponibili in Italia prodotti di qualità allora difficilmente reperibili nel nostro continente. Ha iniziato importando quindi ukulele, libri, dischi e accessori, in modo da offrire al pubblico un supporto e una motivazione alla crescita. Spinto dalla curiosità e dinamicità di Daniela da una parte e dal particolare eclettismo del mondo dell’ukulele dall’altra, diventa in breve tempo il negozio con il maggiore assortimento d’Europa.

Mahimahi: la nascita di un brand

La fortissima convinzione di Daniela che le potenzialità a livello sociale dell’ukulele non siano inferiori a quelle musicali, spinge il Mercatino a sostenere fin da subito i progetti di chi porta l’ukulele negli ospedali (Dottor Clown), nelle carceri, nelle case di riposo e nelle comunità di assistenza sociale. Tutto ciò impone però la reperibilità di strumenti di buona qualità musicale a un prezzo accessibile ed è per questo che Daniela decide di creare la propria linea personale di ukulele, MahiMahi Ukulele. Se il nome del brand è frutto di un peraltro simpatico malinteso di traduzione sul web (MahiMahi non è il delfino ma il dolphin fish, il Lampuga), la linea Mahimahi è invece guidata da un principio costante: stupire con la qualità del suono e il basso prezzo invece che con la varietà estetica dell’offerta. Poche linee dunque frutto di un design essenziale così come ci insegna l’eleganza italiana, arricchito da uno stimolante pizzico di storia e tradizione. Lo Yellow infatti ripropone l’ukulele di Marilyn in “A Qualcuno Piace Caldo” mentre il 7G le linee sobrie del mitico Martin serie 0.

Il progetto prende forma:

Nel 2010 entra a far parte dello staff del Mercatino Luca Scalco, che oltre a occuparsi della gestione dei clienti e del sito web permetterà anche di seguire con maggior respiro i tanti prLucaogetti nascenti: molte scuole infatti aprono le porte a questo favoloso mezzo di alfabetizzazione musicale.
L’entusiasmo personale ci porta a continuare nell’organizzazione di meravigliosi festival ed a trovare nuove collaborazioni e sinergie. E’ di questi anni anche la joint-venture con Youkulele, il forum italiano dedicato al mondo dell’ukulele nato grazie al supporto del Mercatino da una idea e dalla passione e impegno costanti di Jontom. Di poco successiva la collaborazione con Centro Musicale Apolloni che organizza corsi di ukulele rivolti non solo ai futuri musicisti ma soprattutto agli insegnanti già attivi nelle strutture scolastiche.

Ukulele: un successo contaggioso

L’ukulele si propaga in modo contagioso. Nel 2012 il Caldogno Ukulele Meeting riscuote recensioni entusiasticannahe in tutta Europa, costituisce addirittura un trampolino di lancio per molti artisti ed è ormai un punto di incontro catalizzatore di progetti musicali sia fra il pubblico che fra i professionisti sul palco. Tanto successo impone al Mercatino una ulteriore crescita: nel 2012 entra a far parte dello staff Anna Peruffo, e all’inizio del 2013 il mercatino si trasferisce nella nuova sede di Cresole, completa di showroom visitabile (solo su appuntamento) e di piccolo palcoscenico. Accogliendo la crescente domanda del mercato il Mercatino si propone dunque anche come distributore includendo nella sua offerta per i negozi non solo gli ukulele Mahimahi ma anche, con esclusiva europea, gli Shortbassone e gli iUke.
Daniela, Luca e Anna viaggiano molto per tenersi aggiornati e in contatto con fornitori e clienti: oltre ad intervenire alle più importanti fiere nazionali partecipano regolarmente alle fiere di Francoforte, Los Angeles, Shanghai. Nell’estate del 2013 losangelesl’associazione Music Fund, in seguito alla donazione di più di un centinaio di ukulele a sostegno di vari progetti nel mondo, offre ai tecnici del Mercatino, Luca ed Anna, un corso di liuteria e riparazione di una settimana presso il loro laboratorio in Belgio.  A partire dal prossimo autunno poi vi sarà un ulteriore arricchimento grazie alla stretta collaborazione con la “Antica Ukuleleria” di Marco Todeschini, giovane liutaio diplomando alla Civica Scuola di Liuteria di Milano che si è dedicato totalmente agli ukulele raggiungendo livelli notevoli già dai primi strumenti prodotti.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *